103^-Giro-d’Italia-annunciati-gli-iscrit

GIRO D'ITALIA

DAL 8 AL 30 MAGGIO 2021

Per essere aggiornato sulla gestione dell'evento

logo-giro.png
TEAMS PRES.jpg
LOGHI-DEF-AL-21-121.png

Informazioni generali

RCS Sport a seguito dell’emergenza COVID 19 ha istituito un gruppo di lavoro che, tenuto conto delle disposizioni nazionali vigenti in materia di contenimento del rischio epidemiologico COVID–19.

Sulla base della conoscenza complessiva della macchina organizzativa di un evento ciclistico, partendo dalla valutazione del rischio, valutato nella configurazione pre-COVID, e quello riferibile alla configurazione attuale, sono state introdotte delle misure anti-contagio secondo le previsioni normative vigenti e le best practice internazionali.

Il “Piano della Sicurezza” elaborato per il Giro d’Italia 2021 ha la sua base nell’esperienza sviluppata nei 4 anni precedenti nello stesso tipo di eventi sportivi. Il Piano ha lo scopo di illustrare, in conformità a quanto indicato dal D.M. 18.03.1996  e dal D.M. 19.08.1996  ed all’esperienza maturata dopo l’incidente di Piazza San Carlo a Torino del 2017, le misure di Safety e Security previste e da attuate in occasione del Giro d’Italia 2021, con particolare attenzione a specifici ambiti – Partenza e Arrivo – delle tappe che interesseranno il territorio italiano andando a definire ambiti di competenza, responsabilità e azioni da mettere in atto per ognuno degli attori che intervengono al fine della realizzazione e gestione dell’evento.

 

Il Piano della Sicurezza riguarda gli aspetti di carattere sportivo delle aree di Partenza ed Arrivo e quindi declina le misure all’interno del suo perimetro. Le competenze riferibili agli aspetti di ordine e sicurezza pubblica (aspetti di Security) degli ambiti esterni a Partenza ed Arrivo sono in capo alle amministrazioni locali e alle forze dell’ordine attive sul territorio, trattandosi infatti di gestione dell’Ordine Pubblico.

Team Presentation

6 Maggio 2021

Grande Partenza è: TEAM PRESENTATION quando tutte le squadre del Giro d'Italia sfilano davanti agli occhi degli invitati

in uno spettacolare evento-show.

Guarda il video dell'Evento dello scorso anno.

21 tappe, come il Giro, ma E l e t t r i c o !

Sulle strade della Corsa Rosa con biciclette a pedalata assistita.
21 tappe sullo stesso percorso del Giro d’Italia.

Giro-E è un evento cicloturistico inserito nel calendario della Federazione Ciclistica Italiana organizzato da RCS Sport Spa durante il Giro d’Italia, sulle stesse strade e nelle stesse date che ha come scopo quello di far vivere a tutti gli amanti della bicicletta, ciclisti amatori o ex professionisti, l’esperienza di percorrere le strade del Giro d’Italia nelle stesse giornate della Corsa Rosa; Ricalca il percorso disegnato per il Giro d’Italia, cambiando solo la località di partenza di tappa. Si snoda in 21 tappe, che hanno un chilometraggio giornaliero che può variare dai 70 ai 115 km. Ogni frazione viene percorsa in gruppo compatto, eccetto alcuni tratti, dove, tutti i partecipanti affrontano prove di regolarità e prove speciali con il proprio Team. Nelle fasi finali, invece, i capitani dei Team sono impegnati nella prova sprint fino al traguardo. Si disputa utilizzando, solo ed esclusivamente, biciclette da strada a pedalata assistita (E-Road Bike) fornite dal proprio Team di appartenenza. L’arrivo di Tappa è previsto almeno un’ora prima dell’arrivo del Giro d’Italia, sullo stesso traguardo, sotto lo stesso striscione di arrivo del Giro d’Italia. Ha un’area Hospitality riservata, dove tutti i concorrenti accedono e assistono all’arrivo della Tappa del Giro d’Italia.

giroe-img.jpg

La Gara

23 giorni 21 tappe

Km totali 3.479,9

Km media tappe 165,7

metri dislivello 47.000

HP_PERCORSO_1280x640_no-nomi-2.jpg

Percorso completo di gara

Giorno -1: 

  • Allestimento Partenza

Giorno Evento:

  • Allestimento Arrivo e Open Village, completamento allestimenti in Partenza

  • Partenza del Giro E da città diversa da quella del Giro

  • Partenza atleti

  • Inizio disallestimento area Partenza

  • Svolgimento gara lungo percorso

  • Arrivo degli atleti del Giro E

  • Arrivo degli Atleti del Giro d’Italia

  • Premiazione

  • Disallestimento area Arrivo e Open Village.

Le gare ciclistiche si sviluppano con diverse modalità che ne determinano il tipo di fruizione:

a)In linea – gli atleti passano su ogni punto del percorso una sola volta, in pochi secondi; il pubblico quindi ha una visione molto rapida dei ciclisti e quindi l’interesse dei soggetti dura poco, ad eccezione delle tappe dove ci sono i circuiti all'arrivo e quindi i corridori passano più volte negli ultimi km

b)Cronometro – gli atleti passano su ogni punto del percorso più di una volta; il pubblico può osservare il fenomeno fermandosi per più tempo nella stessa area, non passano più di una volta. Meglio dire che su ogni punto del percorso gli atleti passano da soli o al massimo con tutta la squadra (max 8 corridori) ma durante un arco di tempo prolungato; il pubblico può osservare il fenomeno fermandosi per più tempo nella stessa area. Tempo di chiusura strada e permanenza pubblico prolungato nel tempo. Ci sono 22 passaggi (cronometro a squadre) o 176 passaggi (cronometro individuale) intervallati da circa 3 minuti l'uno dall'altro.

In entrambe le modalità descritte in precedenza, vale la pena segnalare che in corrispondenza delle montagne si può verificare un ulteriore tipo di fruizione:

 

•Di montagna – gli atleti percorrono un tragitto di gara con diverse altimetrie; il pubblico quindi può osservarli dall’alto o dal basso, a seconda della loro posizione, per un tempo più ampio, alta probabilità che ci siano diversi gruppi di corridori staccati gli uni dagli altri e quindi il pubblico sosta nello stesso punto per più tempo, alcuni passaggi in montagna possono richiamare molto pubblico

Immagine3_edited.jpg
Immagine4_edited.jpg

Podio Firma

Area Hospitality

Studio TV

Compound TV

Catering

Maxi Schermo

Area Parking

Villaggio

dalla Partenza

Percorso Libero

all'Arrivo

Immagine5Bis_edited.jpg
Immagine6_edited.jpg

Podio Premiazione

Area Hospitality

Studio TV

Compound TV

Catering

Area Parking

Area Doping Control

Tende di servizio

Maxi Schermo

Open Village

Truck Radio

Maxi Schermo

Immagine7_edited.jpg

Ufficio Organizzazione

Sala Stampa

Sala Conferenza Stampa

Accrediti / Logistica alberghiera

WC

I documenti GAe

per la sicurezza dell'Evento

  • Relazione Master che racconta cosa avviene al Giro e con quali allestimenti e misure di sicurezza 

  • Relazione Tecnica per singola Tappa di Partenza o Arrivo 

  • Elaborati grafici che rappresentano la configurazione specifica dei diversi ambiti 

  • Elaborati grafici che riportano la verifica del sistema delle vie di allontanamento degli spazi interessati dalla manifestazione nella configurazione che questi assumono (ambiti) 

  • Piano di Gestione dell’Emergenza  

  • Piano Sanitario della singola tappa 

  • Certificazioni e caratteristiche di reazione al fuoco dei materiali installati 

  • Relazione e Progetto degli Impianti elettrici temporanei e relative certificazioni riferibili agli impianti elettrici e speciali allestiti 

  • Relazione, Progetto e relative certificazioni riferibili alle strutture temporanee montate (palchi, pedane, strutture gonfiabili…) 

  • Documento relativo alle Misure per il Contenimento dell’emergenza Sanitaria da Sars Cov-2

Il “Piano della Sicurezza” elaborato per il Giro d’Italia ha la sua base nell’esperienza decennale sviluppata negli anni nello stesso tipo di eventi sportivi.

Per il Giro d’Italia è stato predisposto un Piano Sicurezza con lo scopo di illustrare, in conformità a quanto indicato dal D.M. 18.03.1996  e dal D.M. 19.08.1996 , le misure di Safety e Security previste e da attuate, con particolare attenzione a specifici ambiti – Partenza ed Arrivo – delle tappe che interesseranno il territorio italiano andando a definire ambiti di competenza, responsabilità e azioni da mettere in atto per ognuno degli attori che intervengono al fine della realizzazione e gestione dell’evento.

Il Piano della Sicurezza riguarda gli aspetti di carattere sportivo delle aree di Partenza ed Arrivo e quindi declina le misure all’interno del loro perimetro. Le competenze riferibili agli aspetti di ordine e sicurezza pubblica (aspetti di Security) degli ambiti delle aree esterne a Partenza ed Arrivo sono in capo alle amministrazioni locali e alle forze dell’ordine attive sul territorio, trattandosi infatti di gestione dell’Ordine Pubblico.

A causa della pandemia da Sars-Cov-2 sviluppatasi nell’anno 2020, tutte le manifestazioni sportive anche di carattere internazionale sono state rimandate o annullate. Nel 2021 il Giro d’Italia è svolto nell’usuale mese di maggio grazie ai Protocolli di contenimento del contagio sviluppati con il supporto del H&S di GAe Engineering. Il Protocollo della gara, predisposto da un gruppo di lavoro istituito come previsto dal “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro” del 14/03/2020, prende a riferimento le linee guida emanate dalla federazione UCI ed i più recenti protocolli emanati dal Governo tramite DPCM e D.Lgs. Sulla base della conoscenza complessiva della macchina organizzativa di un evento ciclistico, si è partiti dalla valutazione del rischio, analizzato nella configurazione pre-COVID, e quello riferibile alla configurazione attuale, sono state quindi introdotte delle misure anti-contagio secondo le previsioni normative vigenti e le best practice internazionali.

Gae Engineering e RCS Sport sono stati insigniti del premio International Safety Award 2021 del British Safety Council per le indicazioni di Health & Safety sviluppate per il Giro d’Italia tenutosi ad ottobre 2020.

Tra le numerose questioni di H&S analizzate e risolte, sono state sviluppate approfonditamente le misure relative al Covid-19 al fine di ottenere una bolla Virus Free & Safe sia per gli atleti che per lo staff coinvolto.

2021_BSC_ISA_merit_logo_on_white_rgb_300